fbpx
Logo Alliance Française

Mercoledì 23 febbraio, ore 18.00

Partecipazione gratuita, iscrizione obbligatoria compilando il form

Videoconferenza via zoom sulla mostra virtuale della BnF

con Andrea Schellino, curatore associato della mostra

Baudelaire, la modernité mélancolique

Tous droits réservés. BnF _ Editions multimédias

 

Il Coordinamento delle Alliance Française d’Italia è felice di presentare un appuntamento che porta in Italia una delle principali manifestazioni che si sono tenute in questi mesi per celebrare i 200 anni di Charles Baudelaire

La Bibliothèque nationale de France (BnF) celebra il bicentenario della nascita di Charles Baudelaire con la mostra Baudelaire, la modernité mélancolique che invita ad entrare nel cuore della sua creazione poetica esplorando il ruolo determinante svolto dall’esperienza della malinconia, “sempre inseparabile dal sentimento della bellezza”, come scriveva il poeta. La mostra virtuale prosegue on line mentre la sua versione in situ si conclude il 13 febbraio.

Tutte le informazioni sulla mostra alla BnF

Il 9 aprile 1821 nasceva Charles Baudelaire, che Rimbaud avrebbe salutato mezzo secolo dopo come « le premier voyant, roi des poètes, un vrai Dieu».  Poeta della modernità, sceglie di « descendre dans la vie » per far nascere dalla bruttezza « un nouveau genre d’enchantements ». La città fa così il suo ingresso nella poesia. La sua opera, a suo tempo condannata, è oggi una delle più lette della letteratura francese.

 

Dottore all’Università Paris-Sorbonne, Andrea Schellino è ricercatore in letteratura francese all’Università Roma III ricercatore e responsabile del Grupe Beaudelaire all’Institut des textes et manuscrits modernes de Paris (CNRS-ENS). Curatore associato alla mostra Baudelaire. La modernité mélancolique alla BnF, ha pubblicato Spleen de Paris (2017) e Paradis artificiels (2020) per GF-Flammarion; è l’autore di La Pensée de la décadence de Baudelaire à Nietzsche (Classiques Garnier, 2020). Ha collaborato all’edizione di Romans et nouvelles (2019) di Joris-Karl Huysmans e all’edizione di Œuvres (2020) di Victor Segalen nella Bibliothèque de la Pléiade. Dirige, per la stessa collezione, la nuova edizione delle Œuvres complètes di Baudelaire.

 


Inoltre, in occasione della mostra « Baudelaire, la modernité mélancolique » alla Bibliothèque Nationale de France e della videoconferenza che ospitiamo il 23/2, vi consigliamo una selezione di opere per (ri)scoprire  Charles Baudelaire, presenti su Culturethèque !

 

 

Seguici anche sui social!